© Fluid Images - reproduction for non-commercial purposes

Friday, 27 January 2012

Aston Martin V12 Zagato in produzione

Aston Martin ha dichiarato oggi che la meravigliosa - elegant yet brutal - come romanticamente definita in casa AM, Aston Martin V12 Zagato, presentata l'anno scorso al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este con enorme successo di critica, verrà proposta al pubblico in una serie street-legal da 150 esemplari. La vendita sarà anticipata dalla presentazione dell'auto al prossimo Concorso d'Eleganza in Kuwait (15-18 Febbraio 2012), come annunciato sul sito della Casa di Gaydon. Una produzione d'eccezione, d'elite per definizione, ricercata per dovere di soddisfazione della clientela, sportiva per natura. Trovo eccezionalmente interessante che la Zagato e Aston Martin tornino a collaborare a 50 anni dal successo della iconica DB4 GT, tanto sottovalutata agli esordi quanto apprezzata, introvabile, ricercatissima oggi. La rinnovata liaison ripropone lo stesso, perfetto mix di stile, design ed esclusività. La stessa, innata, tensione verso la perfezione. E' ovviamente impossibile non notare che questa nuova avventura commerciale, dal sapore antico, si collochi in un mondo del tutto cambiato, tanto diverso da 50 anni fa da portare la Casa a presentare questo gioiello lontano dal Warwickshire, davanti a chi di gioielli, certamente, se ne intende: i nostri amici medio-orientali le cui risorse economiche abbondano e la cui passione per il made in Europe non ha tardato ad attestarsi anche nel settore automobilistico. Nè bene, nè male: è il mondo di oggi che prevede un mercato globalizzato ed una ovvia e mirata attenzione commerciale verso i luoghi e le persone che oltre ad ammirare il risultato dell'eccellenza europea possono anche finanziarla. Possiamo forse ipotizzare che gli sceicchi e gli emiri abbiano maggiore voglia di esibire un pezzo da collezione piuttosto che godere delle performance di un'AM in produzione super-limitata, o intuirne i delicati equilibri estetici, ma si tratta di un pregiudizio tutto da verificare. Di fatto, questi stessi capitali creano eventi di settore fenomenali e sorreggono l'industria che ci permette da ultimo di rifarci gli occhi (e le orecchie, se mi permettete la forzatura) al passaggio di una AM V12. Speriamo che ci siano altre occasioni di mostrare la nostra eccellenza: tante Villa d'Este, tante Mille Miglia, tanti Goodwood che possano farci tornare a competere! Unusquisque faber etc. etc...

No comments:

Post a Comment